+39 091-6260146 info@creditofinanzanews.it  

Consulenti finanziari: protocollo d’intesa per l’avvio dell’operatività dell’Organismo di vigilanza e tenuta dell’albo unicoConsob-OCF – Protocollo d’intesa 28 giugno 2018 – Protocollo d’intesa tra Consob e OCF ai sensi dell’articolo 1, comma 41, della Legge 28 dicembre 2015, n. 208 – Modalità operative e tempi del trasferimento delle funzioni dalla Consob all’OCF, adempimenti occorrenti per dare attuazione al nuovo assetto statutario e organizzativo e attività propedeutiche connesse all’iscrizione, con esonero dalla prova valutativa, delle persone fisiche consulenti finanziari autonomi e delle società di consulenza finanziaria

Consob – Delibera n. 20503 del 28 giugno 2018 – Avvio delle attività istruttorie per l’iscrizione all’albo unico, con esonero dalla prova valutativa, dei consulenti finanziari autonomi e delle società di consulenza finanziaria nonché avvio delle attività istruttorie di vigilanza relative ai consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede, ai sensi dell’articolo 1, comma 41, lettera b) della legge 28 dicembre 2015, n. 208

La Consob e l’Organismo di vigilanza e tenuta dell’albo unico dei consulenti finanziari (OCF) hanno sottoscritto il protocollo d’intesa in commento per l’avvio dell’operatività dell’Organismo.

Oggetto del protocollo d’intesa in commento è la definizione delle modalità e dei tempi del trasferimento da parte della Consob delle funzioni che il legislatore ha assegnato all’OCF in relazione alla tenuta dell’albo unico dei consulenti finanziari e alla vigilanza sulle attività svolte da questi ultimi, nonché l’individuazione degli adempimenti occorrenti per dare attuazione al nuovo assetto statutario e organizzativo dell’OCF e delle attività propedeutiche connesse all’iscrizione, con esonero dalla prova valutativa, delle persone fisiche consulenti finanziari e delle società di consulenza finanziaria.

Inoltre, secondo quanto disposto con delibera Consob n. 20503 dello scorso 28 giugno, l’avvio dell’operatività dell’OCF è stato fissato allo scorso 2 luglio, limitatamente:

1) all’attività istruttoria concernente le iscrizioni all’Albo – con esonero dalla prova valutativa – dei consulenti finanziari autonomi e delle società di consulenza finanziaria, ai sensi dell’articolo 7 del D.M. n. 206/2008;

2) ai poteri di vigilanza di cui all’articolo 31, comma 7, del TUF, per lo svolgimento dell’attività istruttoria concernente l’avvio dei procedimenti cautelari ad un anno (art. 7-septies, comma 2, del TUF), nonché dei procedimenti sanzionatori (art. 196 TUF), nei confronti dei consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede.

Infine, per ottenere il via libera all’iscrizione all’Albo Unico con esonero della prova valutativa, l’OCF “tiene conto del volume d’affari che, per un periodo complessivamente non inferiore a due anni nell’ultimo triennio, non continuativi, si riferisca ad una attività svolta in favore di almeno n. 2 clienti per ciascun periodo di attività e almeno pari a: a) per i consulenti persone fisiche, 10.000 euro annualizzati; b) per le società di consulenza, 35.000 euro annualizzati”. Il volume di affari ed il numero di clienti sono riferiti ai soggetto per conto dei quali hanno operato.

Consulta il testo integrale -> Consob-OCF – Protocollo d’intesa 28 giugno 2018Consob – Delibera n. 20503 del 28 giugno 2018