skip to Main Content
+39 091-6260146 info@creditofinanzanews.it  

Orientamenti ESMA in materia di meccanismi per fronteggiare la volatilità: Consob comunica la volontà di conformarsiESMA – Orientamenti 2 ottobre 2017, n. 1452 – Segnalazione delle operazioni, tenuta dei registri degli ordini e sincronizzazione degli orologi ai sensi della MiFID II

ESMA ha pubblicato la traduzione ufficiale dei propri orientamenti sulla segnalazione delle operazioni, tenuta dei registri degli ordini e sincronizzazione degli orologi.

Gli orientamenti in commento si applicano alle imprese di investimento, alle sedi di negoziazione, ai meccanismi di segnalazione autorizzati (ARM) e alle autorità competenti.

Gli orientamenti in commento si applicano all’invio di segnalazioni di transazioni ai sensi dell’articolo 26 del Regolamento (UE) n. 600/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio (MiFIR); alla tenuta dei registri degli ordini ai sensi dell’articolo 25 del MiFIR e alla sincronizzazione degli orologi ai sensi dell’articolo 50 della Direttiva 2014/65/UE del Parlamento europeo e del Consiglio (MiFID II).

Lo scopo degli orientamenti è di fornire indicazioni alle imprese di investimento, alle sedi di negoziazione, ai meccanismi di segnalazione autorizzati (ARM) e agli internalizzatori sistematici in materia di conformità alle disposizioni di segnalazione e tenuta dei registri degli ordini di cui al MiFIR e al Regolamento delegato (UE) 2017/590, al Regolamento delegato (UE) 2017/580 e al Regolamento delegato (UE) 2017/574.

Questi sono stati redatti per garantire la coerenza nell’applicazione di tali disposizioni.

In particolare, gli orientamenti si concentrano sulla redazione di una segnalazione di operazioni e sulla registrazione dei dati degli ordini, campo per campo, nei diversi scenari che possono presentarsi.

Data l’ampia gamma di potenziali scenari, questi orientamenti non forniscono un elenco esaustivo di tutti gli scenari possibili. Tuttavia, le persone a cui si applicano gli orientamenti sono tenute a utilizzare gli elementi dello scenario più rilevante per redigere registri e segnalazioni.

Tutti i concetti espressi negli orientamenti si applicano unicamente all’articolo 25 del MiFIR in materia di requisiti di tenuta dei registri relativi ai dati degli ordini, all’articolo 26 del MiFIR in materia di requisiti di segnalazione di operazioni e all’articolo 50 della MiFID II in materia di sincronizzazione degli orologi.

Gli orientamenti in commento si applicano a partire dal 3 gennaio 2018.

Consulta il testo integrale -> ESMA – Orientamenti 2 ottobre 2017, n. 1452

Back To Top