skip to Main Content
+39 091-6260146 info@creditofinanzanews.it  

Legge annuale mercato e concorrenza: fondi pensione, locazione finanziaria e comparabilità delle spese relative al conto di pagamentoLegge 4 agosto 2017, n. 124 – Legge annuale per il mercato e la concorrenza

Nella Gazzetta Ufficiale è stata pubblicata la Legge in commento, recante “Legge annuale per il mercato e la concorrenza”, dopo un lungo e travagliato iter.

Il provvedimento è composto da un solo articolo e 192 commi.

Di seguito una breve sintesi delle novità introdotte relative alle materiq trattate nella nostra bancati dati.

Confrontabilità dei conti correnti

Con l’emanazione della Legge in commento, si allontana la tanto attesa trasparenza per i conti correnti.

Per poter, infatti, comparare, attraverso un motore di ricerca ufficiale online, i costi dei bonifici e dei prelievi al bancomat, i tassi, gli indicatori di costo annuo, si dovrà attendere il 2018.

Il comma 132 dell’articolo 1 della Legge in commento, prevede, infatti, che ci siano 180 giorni, almeno fino a febbraio 2018, quindi, dall’approvazione della Legge in commento, perché sia emanato dal Ministero dell’Economia, di concerto con il Ministro dello Sviluppo, sentita la Banca d’Italia, il decreto con il quale vengono individuati i prodotti bancari più diffusi tra la clientela per i quali è assicurata la possibilità di confrontare le spese a chiunque addebitate dai prestatori di servizi di pagamento attraverso un apposito sito internet.

Il decreto citato individua, altresì, le modalità e i termini secondo i quali i prestatori dei servizi di pagamento provvedono a fornire i dati necessari alla comparazione e definisce le modalità per la pubblicazione nel sito internet, nonché i relativi aggiornamenti periodici.

Fondi pensione complementari

I commi 38 e 39 dell’articolo 1 della Legge in commento, recano modifiche alla disciplina dei fondi pensione complementari.

Due sono le novità introdotte: una riguarda il versamento del trattamento di fine rapporto (TFR), l’altra riguarda l’anticipo delle prestazioni pensionistiche per chi è disoccupato da almeno due anni.

Nello specifico, il comma 38 interviene sui seguenti profili:

  • destinazione alle forme pensionistiche complementari degli accantonamenti relativi al trattamento di fine rapporto (TFR);
  • diritto all’anticipo della prestazione nel caso di cessazione dell’attività lavorativa;
  • riscatti della posizione individuale maturata e del relativo regime tributario.

Il comma 39 prevede, invece, la convocazione di un tavolo di consultazione per avviare un processo di riforma delle forme pensionistiche complementari, al fine di aumentarne l’efficienza, nonché di favorire l’educazione finanziaria e previdenziale, da convocarsi, entro trenta giorni dall’entrata in vigore della Legge in commento, su iniziativa del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto con il Ministro dello Sviluppo Economico e con il Ministro dell’Economia e delle Finanze, a cui partecipano le organizzazioni sindacali e le rappresentanze datoriali maggiormente rappresentative in ambito nazionale, la COVIP, nonché esperti della materia previdenziale.

Locazione finanziaria

I commi dal 136 e 139 dell’articolo 1 della Legge in comento, introducono una specifica disciplina del contratto di locazione finanziaria, di cui viene esplicitata la definizione, indicando i casi di grave inadempimento e la relativa procedura di risoluzione del contratto.

Con l’entrata in vigore delle nuove norme il contratto di leasing cessa, pertanto, di essere annoverato tra i contratti atipici e diviene un contratto tipico, fornito di una disciplina generale unitaria e coerente, applicabile quale che sia l’oggetto del contratto.

Nello specifico, vengono disciplinate in maniera puntuale la risoluzione del contratto, le conseguenze dell’inadempimento, il corrispettivo ed il prezzo di vendita.

Consulta il testo integrale -> Legge 4 agosto 2017, n. 124

Back To Top