skip to Main Content
+39 091-6260146 info@creditofinanzanews.it  

Informazioni chiave per i prodotti di investimento: pubblicato il decreto che garantisce maggiore trasparenza a beneficio dei risparmiatoriDecreto Legislativo 14 novembre 2016, n. 224 – Adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del regolamento (UE) n. 1286/2014, relativo ai documenti contenenti le informazioni chiave per i prodotti d’investimento al dettaglio e assicurativi preassemblati

Nella Gazzetta Ufficiale n. 278 dello scorso 28 novembre, è stato pubblicato il Decreto Legislativo in commento di adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del Regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio 26 novembre 2014, n. 1286, relativo ai documenti contenenti le informazioni chiave (Key Information Document – KID) per i prodotti d’investimento al dettaglio e assicurativi preassemblati (PRIIPs).

La finalità della normativa è quella di elevare il livello di informazione e di trasparenza a beneficio dei risparmiatori, al fine di permettere una più chiara comprensione e comparabilità degli investimenti proposti agli investitori al dettaglio e dei relativi profili di rischio.

In sintesi, il Decreto in commento:

– in attuazione del Regolamento n. 1286/2014 disciplina, come principale strumento di trasparenza, il c.d. “documento contenente le informazioni chiave” sui PRIIP (il c.d. Key Information Document o KID), la cui forma e contenuto sono disciplinati in modo uniforme e che deve essere fornito agli investitori al dettaglio prima che essi siano vincolati da un contratto o un’offerta relativa a PRIIP;

– individua nella Consob e nell’Ivass le Autorità nazionali competenti a fini di vigilanza sul rispetto degli obblighi posti dal Regolamento n. 1286/2014;

– introduce specifiche norme sui “sistemi interni” che devono essere implementati da parte dei “soggetti abilitati” per consentire la segnalazione da parte dei propri dipendenti delle violazione al Regolamento n. 1286/2014;

– stabilisce gli importi minimi e massimi delle sanzioni amministrative pecuniarie relative alle violazioni delle disposizioni del Regolamento n. 1286/2014, con previsione di importi differenti a secondo che siano commesse da persone fisiche o giuridiche.

Infine, per evitare disallineamenti temporali tra la data di applicazione delle norme europee e di quelle nazionali, è previsto che le disposizioni del Decreto in commento si applichino solo a decorrere dalla data di applicazione del Regolamento n. 1286/2014, attualmente fissata al 31 dicembre 2016.

Consulta il testo integrale -> Decreto Legislativo 14 novembre 2016, n. 224

Back To Top