+39 091-6260146 info@creditofinanzanews.it  

Incompatibilità nell’esercizio delle funzioni di amministrazione, direzione e controllo nei fondi pensione: chiarimenti CovipCommissione di Vigilanza sui Fondi Pensione – Nota luglio 2016 – Risposta a quesito sull’applicazione dell’art. 9 del D.M. n. 166 del 2014

Con la nota in commento, Covip ha fornito alcuni chiarimenti sull’applicazione dell’art. 9 del D.M. 2 settembre 2014, n. 166 in materia di incompatibilità nell’esercizio delle funzioni di amministrazione, direzione e controllo nei fondi pensione.

Il quesito è stato posto da una Banca con riguardo alla situazione in essere presso un Fondo, di cui la medesima Banca è fonte istitutiva.

Nello specifico, nel quesito è rappresentato che tre componenti dell’organo di amministrazione di *** sono anche:

a) uno membro del consiglio di gestione della capogruppo ***;

b) uno componente del consiglio di amministrazione di *** e di ***, entrambe controllate da ***;

c) uno componente dell’organo di amministrazione di *** controllata dalla stessa ***.

Inoltre, un sindaco del Fondo è componente anche del collegio sindacale del ***, Società anch’essa controllata dalla Banca.

Dalla nota emerge, infine, che anche il gestore finanziario del Fondo, denominato ***, fa parte del medesimo Gruppo di cui *** è la Capogruppo.

Ciò premesso, viene chiesto se l’incompatibilità prevista dal citato art. 9 del D.M. n. 166 possa riguardare i componenti dell’organo di amministrazione del Fondo sopra indicati alle lettere b) e c), non investendo il quesito anche il componente dell’organo di amministrazione del Fondo che è anche componente dell’organo di amministrazione della Banca (lettera a), né il componente del collegio dei revisori del Fondo che è anche componente del collegio sindacale del ***, sempre controllato da ***.

Al fine di dare soluzione al quesito, si rileva che secondo l’art. 9 del citato D.M. n. 166/2014 “Lo svolgimento di funzioni di amministrazione, direzione e controllo nel fondo pensione è incompatibile con lo svolgimento di funzioni di amministrazione, direzione e controllo nel gestore convenzionato, nel depositario e in altre società dei gruppi cui appartengono il gestore convenzionato e il depositario”.

In base a tale disposizione, l’incompatibilità opera, quindi, tra lo svolgimento di funzioni di amministrazione e controllo nel Fondo pensione e lo svolgimento delle medesime funzioni nel gestore convenzionato ed in altre Società del Gruppo di appartenenza dello stesso gestore.

Appare, pertanto, pienamente operante l’incompatibilità nei casi previsti alle lettere b) e c) (componenti dell’organo di amministrazione del Fondo che sono anche componenti degli organi di amministrazione di Società appartenenti al Gruppo del gestore).

Lo stesso discorso vale, anche, con riferimento al sindaco del Fondo (che è anche componente del collegio sindacale di una Società appartenente al Gruppo del gestore).

Consulta il testo integrale -> Covip – Nota luglio 2016