skip to Main Content
+39 091-6260146 info@creditofinanzanews.it  

Abusi di mercato: emanate norme tecniche sui programmi di riacquisto di azioni proprie e sulle misure di stabilizzazioneRegolamento di esecuzione della Commissione 25 luglio 2016, n. 1212 – Che stabilisce norme tecniche di attuazione per quanto riguarda le procedure e i moduli standard per l’invio di informazioni in conformità alla Direttiva 2009/65/CE del Parlamento europeo e del Consiglio

Nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea dello scorso 26 luglio, è stato pubblicato il Regolamento di esecuzione in commento, che stabilisce norme tecniche di attuazione per quanto riguarda le procedure e i moduli standard per l’invio di informazioni in conformità alla Direttiva 2009/65/CE del Parlamento europeo e del Consiglio (UCITS IV), concernente il coordinamento delle disposizioni legislative, regolamentari e amministrative in materia di taluni organismi d’investimento collettivo in valori mobiliari (OICVM).

È opportuno fissare procedure e moduli comuni che devono utilizzare le Autorità competenti per inviare all’Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati (ESMA), a norma dell’articolo 99-sexies della Direttiva 2009/65/CE, le informazioni concernenti le sanzioni e misure che impongono.

Al fine di consentire all’ESMA di identificare e registrare correttamente le informazioni concernenti le sanzioni e misure imposte a norma dell’articolo 99 della Direttiva 2009/65/CE, è opportuno imporre alle Autorità competenti di trasmettere informazioni dettagliate e armonizzate sulle sanzioni e le misure notificate.

È necessario evitare potenziali doppioni e conflitti di competenza negativi tra diverse Autorità responsabili della trasmissione di dati all’interno di uno Stato membro. Il modo più efficace e meno oneroso di perseguire tale obiettivo è designare in ogni Stato membro un singolo punto di contatto con l’ESMA.

Al fine di includere informazioni significative nella relazione annuale circa le sanzioni e misure che l’ESMA è tenuta a pubblicare, a norma dell’articolo 99-sexies, paragrafo 1, della Direttiva 2009/65/CE, le Autorità competenti dovrebbero comunicare le informazioni utilizzando specifici moduli che indichino chiaramente quali articoli della Direttiva 2009/65/CE sono stati violati.

La segnalazione delle sanzioni e misure amministrative comunicate al pubblico, ai sensi dell’articolo 99-sexies, paragrafo 2, della Direttiva 2009/65/CE, dovrebbe identificare chiaramente le sanzioni e le misure fornendo un numero sufficiente di dettagli. È, pertanto, opportuno definire un modulo da utilizzare a tal fine da parte delle Autorità competenti.

Il Regolamento in commento è basato sui progetti di norme tecniche di attuazione presentati dall’ESMA alla Commissione.

L’ESMA non ha condotto consultazioni pubbliche aperte sui progetti di norme tecniche di attuazione sui quali è basato il Regolamento in commento, né ha analizzato i potenziali costi e benefici collegati relativi all’introduzione di moduli e procedure standard per le Autorità competenti interessate, in quanto ciò sarebbe stato sproporzionato rispetto all’ambito di applicazione e all’impatto delle norme tecniche di attuazione, tenendo conto che i destinatari sarebbero soltanto le Autorità competenti nazionali degli Stati membri e non i partecipanti al mercato.

Il Regolamento in commento entra in vigore il ventesimo giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea ed è obbligatorio in tutti i suoi elementi e direttamente applicabile in ciascuno degli Stati membri.

Consulta il testo integrale -> Regolamento UE 25 luglio 2016, n. 1212

Back To Top