+39 091-6260146 info@creditofinanzanews.it  

Promotori finanziari e consulenti finanziari: pubblicata la delibera Consob che recepisce le nuove denominazioni della Legge di Stabilità 2016Consob – Delibera 17 marzo 2016, n. 19548 – Modifiche alle delibere n. 16190 del 29 ottobre 2007 (disciplina degli intermediari), n. 11971 del 14 maggio 1999 (disciplina degli emittenti), n. 17130 del 12 gennaio 2010 (disciplina dei consulenti finanziari), n. 17297 del 28 aprile 2010 (disposizioni concernenti gli obblighi di comunicazione di dati e notizie e la trasmissione di atti e documenti da parte dei soggetti vigilati), n. 18731 del 18 dicembre 2013 (disposizioni attuative in materia di adeguata verifica della clientela), n. 19460, 19461 e 19462 del 16 dicembre 2015 (definizione del regime contributivo per l’esercizio 2016)

La Consob, con la delibera in commento, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale dello scorso 23 marzo, ha proceduto alla modifica degli atti di carattere generale e della regolamentazione in materia di promotori finanziari e consulenti finanziari, al fine di adeguare le denominazioni di promotore finanziario, consulente finanziario e albo unico dei promotori finanziari alle nuove denominazioni, previste dalla Legge 28 dicembre 2015, n. 208 (Legge di Stabilità 2016), entrata in vigore lo scorso 1° gennaio.

Nello specifico le nuove denominazioni sono le seguenti:

consulente finanziario abilitato all’offerta fuori sede, di cui all’articolo 31 TUF, in sostituzione di promotore finanziario;

consulente finanziario autonomo, di cui all’articolo 18-bis TUF, in sostituzione di consulente finanziario;

albo unico dei consulenti finanziari, di cui all’articolo 31, comma 4, TUF, in sostituzione di albo unico dei promotori finanziari.

In particolare, sono stati modificati i seguenti regolamenti e delibere Consob:

– regolamento intermediari;

– regolamento emittenti;

– regolamento in materia di consulenti finanziari

– delibera n. 17297 del 28 aprile 2010 contenente disposizioni concernenti gli obblighi di comunicazione di dati e notizie e la trasmissione di atti e documenti da parte dei soggetti vigilati;

– delibera n. 18731 del 18 dicembre 2013 contenente disposizioni attuative in materia di adeguata verifica della clientela da parte dei promotori finanziari, ai sensi dell’art. 7, comma 2, del d.lgs. 21 novembre 2007, n. 231 e successive modifiche;

– delibere nn. 19460, 19461 e 19462 relative al regime contributivo della Consob per il 2016.

La Legge n. 208/2015 stabilisce un regime transitorio per le modifiche citate. Essa prevede anche che “entro sei mesi dall’adozione del regolamento di cui al comma 36, la Consob e l’organismo per la tenuta dell’albo unico dei promotori finanziari stabiliscono, con protocollo di intesa, le modalità operative e i tempi del trasferimento delle funzioni, gli adempimenti occorrenti per dare attuazione al nuovo assetto statutario e organizzativo, nonché le attività propedeutiche connesse all’iscrizione con esonero dalla prova valutativa delle persone fisiche consulenti finanziari autonomi e delle società di consulenza finanziaria. I soggetti che risultano iscritti, alla data di cui alla lettera a) del presente comma, nell’albo unico dei promotori finanziari tenuto dall’organismo di cui all’articolo 31, comma 4, del decreto legislativo n. 58 del 1998 sono iscritti di diritto nell’albo unico dei consulenti finanziari. Con successive delibere da adottare, anche disgiuntamente, in conformità al predetto regolamento di cui al comma 36 e al protocollo di intesa di cui al primo periodo del presente comma, la Consob stabilisce:

a) la data di avvio dell’operatività dell’albo unico dei consulenti finanziari;

b) la data di avvio dell’operatività dell’organismo di vigilanza e tenuta dell’albo unico dei consulenti finanziari”.

Consulta il testo integrale -> Consob – Delibera 17 marzo 2016, n. 19548