skip to Main Content
+39 091-6260146 info@creditofinanzanews.it  

Regolamento del Parlamento Europeo e del Consiglio 29 aprile 2015, n. 760 - Relativo ai fondi di investimento europei a lungo termineRegolamento del Parlamento Europeo e del Consiglio 29 aprile 2015, n. 760 – Relativo ai fondi di investimento europei a lungo termine

Nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea dello scorso 19 maggio, è stato pubblicato il Regolamento in commento del Parlamento europeo e del Consiglio, che introduce una nuova disciplina per i fondi di investimento europei a lungo termine.

I fondi di investimento europei a lungo termine (European long-term investment funds – ELTIF) forniscono finanziamenti di lunga durata a progetti infrastrutturali di varia natura, a società non quotate ovvero a piccole e medie imprese (PMI) quotate che emettono strumenti rappresentativi di equity o strumenti di debito per i quali non esiste un acquirente facilmente identificabile. Finanziando tali progetti gli ELTIF concorrono al finanziamento dell’economia reale dell’Unione e all’attuazione delle sue politiche.

Sul versante della domanda gli ELTIF possono offrire un flusso costante di proventi ad amministratori di fondi pensione, imprese di assicurazione, fondazioni, comuni e altri soggetti che presentano periodicamente e ripetutamente passività e cercano rendimenti a lungo termine nell’ambito di strutture ben regolamentate. Pur fornendo meno liquidità rispetto agli investimenti in valori mobiliari, gli ELTIF possono fornire un flusso costante di proventi anche ai singoli investitori che contino sulla regolarità dei flussi di cassa che sono in grado di produrre.

Il Regolamento in commento stabilisce norme uniformi in materia di rilascio dell’autorizzazione, di politiche di investimento e di condizioni di esercizio per i fondi di investimento alternativi UE (FIA UE) o i comparti di FIA UE commercializzati nell’Unione come fondi di investimento europei a lungo termine (ELTIF).

Ha, inoltre, lo scopo di mobilitare e convogliare capitali verso investimenti europei a lungo termine nell’economia reale, in linea con l’obiettivo dell’Unione di una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva.

Gli Stati membri si impegnano a non prevedere ulteriori obblighi nella materia disciplinata dal Regolamento in commento.

Il Regolamento, infine, entra in vigore il ventesimo giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea e si applica a decorrere dal 9 dicembre 2015.

Consulta il testo integrale -> Regolamento UE 29 aprile 2015, n. 760

Back To Top