+39 091-6260146 info@creditofinanzanews.it  

Conto corrente: come risparmiare sui costi di gestioneCon l’emanazione del Decreto-Legge 24 gennaio 2015, n. 3 recante “Misure urgenti per il sistema bancario e gli investimenti”, tra le altre cose, viene recepita la Direttiva europea sulla portabilità dei conti correnti (Direttiva 23 luglio 2014, n. 92).

Secondo quanto disposto dall’articolo 2 del D.L. citato, gli istituti bancari e i prestatori di servizi di pagamento, in caso di trasferimento di un conto di pagamento, sono tenuti a darne corso, senza oneri o spese di portabilità a carico del cliente (resteranno, pertanto, a carico dell’istituto di credito), entro termini predefiniti (massimo 15 giorni).

In caso di mancato rispetto dei termini, l’istituto bancario o il prestatore di servizi di pagamento risarcisce il cliente in misura proporzionale al ritardo e alla disponibilità esistente sul conto di pagamento al momento della richiesta di trasferimento.

Cambiare banca e, quindi, conto corrente è, dunque, più semplice e potrebbe consentire, secondo diversi studi condotti dalla Banca d’Italia, una riduzione dei costi di gestione piuttosto significativa, arrivando anche a circa 150 euro all’anno.

Nonostante ciò, i correntisti italiani hanno dimostrato di essere piuttosto restii a cambiare banca. Infatti, nell’ultimo anno, soltanto l’8% ha scelto di cambiare. I motivi possono essere svariati e così sintetizzabili:

  • è diffusa la convinzione che tutti i conti siano più o meno uguali.

Questa convinzione è, però, assolutamente falsa in quanto, ormai, sul mercato c’è un’offerta talmente vasta che ciascun conto corrente ha caratteristiche ben precise che lo differenziano dagli altri. Tali differenze possono riscontrarsi non soltanto in materia di costi (alcuni prevedono il pagamento di un canone annuo ed altri invece no; con alcune banche si paga l’imposta di bollo e con altre no), ma anche in termini di servizi inclusi nel conto: carta di credito, debito o prepagata gratuite, assicurazioni durante i viaggi, regali di benvenuto, concorsi, possibilità di ottenere un rendimento aggiuntivo vincolando parte delle somme, Telepass gratuito, sconti presso diversi negozi.

  • si teme di dover riprogrammare tutti i pagamenti ed incassi periodici.

Anche questo timore non è fondato, in quanto sarà la banca presso la quale si sceglie di aprire il conto corrente ad occuparsi di trasferire tutti i pagamenti/incassi periodici, come l’addebito diretto di determinate utenze domestiche, le rate del mutuo o del prestito, l’accredito dello stipendio.

  • si ha la convinzione di non poter cambiare un conto corrente in rosso.

Anche questa convinzione è da sfatare, in quanto è possibile aprire un nuovo conto corrente, e poi saldare il debito nel vecchio conto. Quello che non si può fare è chiudere un conto corrente in rosso.

Quanto premesso a dimostrazione che, non soltanto è più semplice cambiare conto corrente, ma che è anche molto conveniente.

Secondo l’Associazione centro tutela consumatori e utenti (CTCU), che ha condotto uno studio sulla convenienza dei conti correnti online e di quelli tradizionali, i primi consentono al consumatore un maggior risparmio di costi.

Sempre secondo l’Associazione, nel caso di un Conto Giovani, il costo allo sportello varia da 1 euro ai 151,38 euro all’anno, mentre con un conto online si spende da 0 euro a 140,60 euro all’anno. Per una famiglia con operatività media, allo sportello si va dai 36 euro ai 147,25 euro all’anno, mentre online si spende da 0 euro ai 102,46 euro all’anno.

In estrema sintesi, dunque, si può affermare che cambiare conto corrente conviene, soprattutto se si sceglie un conto online, con il quale si può avere la massima operatività a costo zero.

I vantaggi dei conti online

Nessun canone annuo, spesso nemmeno imposte di bollo, bonifici online gratuiti, prelevi in tutta la zona euro senza commissioni, carte bancomat incluse, carte di credito senza costi e regali di benvenuto: questi sono soltanto alcuni dei principali benefici offerti dai migliori conti online.

Di seguito alcune delle migliori proposte di conto online disponibili adesso sul mercato.

WebSella.it – Conto online di Banca Sella

  • canone mensile conto a zero euro;
  • sottoscrivibile totalmente online senza dover più spedire contratti cartacei;
  • prelievi gratuiti da tutti i bancomat UE;
  • canone carte a zero euro;
  • operazioni illimitate;
  • bonifici online gratuiti;
  • domiciliazione utenze: gratuite;
  • carte di pagamento (di debito e di credito) gratuite;
  • estratto conto movimenti ed estratto conto scalare gratuito online con Sella Box;
  • 24h/24h al giorno di operatività;
  • 13h al giorno di assistenza;
  • 296 succursali + 1 telematica;
  • vincitore come Miglior Conto Corrente online 2013.

Hello! Money – Conto online di Hello Bank!

  • nessun costo di attivazione, nessun canone, nessuna spesa fissa;
  • bancomat e prelievi gratuiti in Italia e all’estero;
  • interessi fino al 2% lordo;
  • operatività su pc, tablet e smartphone;
  • versamenti in contanti presso tutti gli ATM evoluti BNL;
  • un team di consulenza e di assistenza dedicato, raggiungibile al telefono, in chat, via mail e con form dedicati per la gestione online di ogni tipo di richiesta;
  • buono da 150 euro su Amazon.it se si accredita lo stipendio o si versano sul conto corrente almeno 3.000,00 euro;
  • riconosciuto Miglior Conto Low Cost 2014 dall’Of-Osservatorio Finanziario.

Conto Corrente Arancio – Conto online di ING Direct

  • a zero canone e zero imposte;
  • carta di credito Visa Oro a zero canone;
  • carta bancomat gratuita;
  • carta prepagata MasterCard a zero canone annuale;
  • prelievi gratuiti in tutta Italia e in tutti gli sportelli bancomat e V PAY d’Europa;
  • operazioni gratuite da web, mobile, App e in filiale;
  • l’1,40% sulle somme depositate per 12 mesi fino a € 50.000.

Conto Webank – Conto online del Gruppo BPM

  • zero costi di apertura e chiusura;
  • zero canone;
  • zero commissioni sulle operazioni bancarie;
  • bancomat senza canone e con i prelievi gratuiti in Italia e nell’area euro;
  • carte di credito e ricaricabili;
  • libretto assegni (si richiede online e si ricevi a domicilio senza spese);
  • operatività dallo sportello online aperto 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Conto Widiba – Conto online del Gruppo MPS

  • canone zero e zero spese;
  • prelievi gratis in tutta Italia;
  • firma digitale e riconoscimento via webcam per aprire il conto in 5 minuti;
  • accesso da pc, tablet e smartphone;
  • assistenza clienti continua;
  • rendimento lordo del 2,50% sui vincoli a 6 mesi con l’iniziativa #alziamoiltasso.

Conto CheBanca!

  • nessun canone mensile;
  • operazioni illimitate online e al servizio clienti;
  • zero spese per l’imposta di bollo anche con una giacenza media annua superiore a 5.000 euro;
  • nessun canone per la carta di credito CheBanca!;
  • 3 euro per ogni singola operazione effettuata in filiale;
  • un Fire HD 6 o ciò che si vuole di pari valore su Amazon.it se si accredita lo stipendio.

Conto Fineco

  • zero canone per sempre;
  • possibilità di avere un’esclusiva Carta Black o altre carte di credito e debito gratis;
  • prelievi bancomat gratis da qualunque sportello;
  • versamenti al bancomat;
  • maxiprelievo bancomat (fino a 2.000€ giorno) gratis;
  • libretti assegni gratis;
  • accesso al conto in qualunque momento, da smartphone e tablet;
  • possibilità di gestire il bilancio familiare con lo strumento MoneyMap;
  • rendimento dello 0,50% lordo annuo con l’opzione CashPark.

Questi sono alcuni conti online convenienti, ma ce ne sono molti altri.