skip to Main Content
+39 091-6260146 info@creditofinanzanews.it  

Direttiva sulla trasparenza delle informazioni di carattere non finanziario

Direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio 22 ottobre 2014, n. 95 recante modifica della direttiva 2013/34/UE per quanto riguarda la comunicazione di informazioni di carattere non finanziario e di informazioni sulla diversità da parte di talune imprese e di taluni gruppi di grandi dimensioni

Nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea dello scorso 15 novembre è stata pubblicata la direttiva in commento recante modifica della direttiva 2013/34/UE per quanto riguarda la comunicazione di informazioni di carattere non finanziario e di informazioni sulla diversità da parte di talune imprese e di taluni gruppi di grandi dimensioni.

La direttiva prevede che le imprese di grandi dimensioni che costituiscono enti di interesse pubblico e che, alla data di chiusura del bilancio, presentano un numero di dipendenti occupati in media durante l’esercizio pari a 500 includono nella relazione sulla gestione una dichiarazione di carattere non finanziario contenente almeno informazioni ambientali, sociali, attinenti al personale, al rispetto dei diritti umani, alla lotta contro la corruzione attiva e passiva al fine di rendere più intellegibile la verifica dell’andamento dell’impresa e dei suoi risultati.

Tra le anzidette informazioni la direttiva in commento richiama specificamente: una breve descrizione del modello aziendale dell’impresa; una descrizione delle politiche applicate dall’impresa in merito ai predetti aspetti, comprese le procedure di dovuta diligenza applicate; il risultato di tali politiche; i principali rischi connessi a tali aspetti legati alle attività dell’impresa anche in riferimento, ove opportuno e proporzionato, ai suoi rapporti, prodotti e servizi commerciali che possono avere ripercussioni negative in tali ambiti, nonché le relative modalità di gestione adottate dall’impresa; gli indicatori fondamentali di prestazione di carattere non finanziario pertinenti per l’attività specifica dell’impresa.

La medesima dichiarazione dovrà essere fornita, su base consolidata, dalle imprese madri di un gruppo di grandi dimensioni che presentino le caratteristiche dimensionali sopraccitate.

Il termine per il recepimento a livello nazionale è stato fissato per il 6 dicembre 2016, con applicabilità del nuovo regime a decorrere dall’esercizio avente inizio il 1° gennaio 2017 o durante l’anno 2017.

Consulta il testo integrale -> Direttiva UE 22 ottobre 2014, n. 95

Back To Top