skip to Main Content
+39 091-6260146 info@creditofinanzanews.it  

Illegittima segnalazione alla Centrale Rischi

Tribunale di Mantova – Sentenza 1° ottobre 2014

Si tratta dell’ennesima pronuncia in materia di illegittima segnalazione alla Centrale Rischi della Banca d’Italia.

Nel caso di specie, la banca aveva proceduto alla “frettolosa” segnalazione alla Centrale Rischi, basandosi esclusivamente su un mero ritardo nel pagamento da parte del cliente, causandogli, così, un grave danno all’immagine che ha avuto come conseguenza immediata l’impossibilità di accedere al credito.

Il Tribunale di Mantova, ha focalizzato l’attenzione sul comportamento deprecabile della banca che, prima di procedere alla segnalazione, non solo non ha effettuato le necessarie valutazioni sulla complessiva situazione finanziaria del cliente, ma, per di più, non lo ha neanche preventivamente avvertito.

Sulla base di tali considerazioni, il Tribunale adito ha accolto in toto le richieste del cliente ed ordinato alla banca resistente di richiedere alla Banca d’Italia la cancellazione della segnalazione a “sofferenza” in precedenza autorizzata.

Come puntualmente osservato dal Tribunale di Mantova, la segnalazione a sofferenza richiede alla banca un’attenta verifica della situazione complessiva del cliente, al fine di contemperare l’esigenza di contenimento del rischio creditizio e la tutela dell’interesse privato del soggetto, evidenziando altresì che, ai fini della legittimità della citata segnalazione, non sia sufficiente un mero ritardato pagamento di uno o anche più debiti, ma occorra una valutazione negativa della situazione patrimoniale, apprezzabile come deficitaria, ovvero come grave difficoltà economica, potendosi giustificare una tale segnalazione solo in presenza di una accertata condizione di difficoltà economico-finanziaria del cliente, cui quella sofferenza sia riconducibile.

Consulta il testo integrale -> Tribunale di Mantova – Sentenza 1° ottobre 2014

Back To Top