skip to Main Content
+39 091-6260146 info@creditofinanzanews.it  

Tribunale di Caltagirone – Sentenza 28 luglio 2014

Contratti bancari – Contratto di finanziamento fondiario ai sensi dell’articolo 38 del Decreto Legislativo 1° settembre 1993, n. 385 (Testo Unico Bancario) – Collegamento negoziale con contratto di sottoscrizione di prestito obbligazionario e con contratto di sottoscrizione di quote di fondo comune di investimento lanciati rispettivamente dalla banca mutuante e da organismo di investimento collettivo del risparmio che riveste qualità di parte correlata – Ammissibilità – Applicazione all’intera operazione della disciplina prevista dal Decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58 (Testo Unico della Finanza) e dal Regolamento Consob 1° luglio 1998, n. 11522 (vecchio Regolamento Emittenti) – Ammissibilità – Mancata osservanza in sede di strutturazione dell’operazione degli obblighi informativi in materia di strumenti finanziari – Responsabilità precontrattuale dell’intermediario ex art. 1337 codice civile – Ammissibilità

Il Tribunale di Caltagirone, con la sentenza in commento, è stato chiamato ad esprimersi in merito ad una complessa operazione nella quale un contratto di finanziamento fondiario, ai sensi dell’art. 38 del TUB, era collegato ad un contratto di sottoscrizione di prestito obbligazionario e ad un contratto di sottoscrizione di quote di fondo comune di investimento.

Il giudice Francola ha ravvisato la responsabilità precontrattuale, in capo alla banca, per violazione degli obblighi informativi previsti ratione temporis dall’art. 21 del Decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58 (Testo Unico della Finanza) e dell’art. 28 del Regolamento Consob 1° luglio 1998, n. 11522 (vecchio Regolamento Emittenti).

Consulta il testo integrale -> Tribunale di Caltagirone – Sentenza 28 luglio 2014

Back To Top