skip to Main Content
+39 091-6260146 info@creditofinanzanews.it  

Mutuo fondiario con piano di ammortamento "alla francese"

Tribunale di Mantova – Sentenza 11 marzo 2014

Opposizione a precetto – titolo esecutivo stragiudiziale costituito da contratto di mutuo fondiario con piano di ammortamento “alla francese” – nullità delle clausole contrattuali che stabiliscono le modalità di restituzione del finanziamento secondo un piano di ammortamento “alla francese” per contrasto con l’art. 1283 c.c. che vieta l’anatocismo – insussistenza.

Opposizione a precetto – titolo esecutivo stragiudiziale costituito da contratto di mutuo fondiario con piano di ammortamento “alla francese” – assoluta indeterminatezza del tasso ultralegale da applicare con conseguente violazione del disposto dell’art. 1284, comma 3, c.c. e necessità di ricalcolare il credito con applicazione del tasso legale – insussistenza

Con la sentenza in commento il Tribunale di Mantova si è espresso sulla delicata questione del possibile intreccio tra anatocismo, usura e mutuo fondiario con piano di ammortamento “alla francese”.

Il giudice mantovano ha stabilito che nel caso in cui un contratto di mutuo fondiario, che preveda la restituzione dell’importo finanziato secondo un piano di ammortamento “alla francese”, abbia le seguenti caratteristiche:

– le clausole contrattuali prevedano, in relazione alle singole rate, il calcolo degli interessi al tasso pattuito in contratto (sia esso fisso che variabile) sul solo capitale complessivo ancora da rimborsare al netto delle rate già scadute;

– nel contratto le parti abbiano chiaramente precisato (anche mediante rinvio a fonti extracontrattuali dettagliatamente specificate) le modalità per determinare in modo certo l’entità del tasso variabile da applicare in riferimento alla singola rata in scadenza, da calcolarsi sul capitale ancora da restituire

allora non è ravvisabile alcun fenomeno anatocistico e, di conseguenza, la relativa pattuizione deve ritenersi valida e non inficiata da nullità per contrasto con l’art. 1283 c.c. ed, inoltre, non sussiste indeterminatezza del tasso ultralegale da applicare, per cui non si deve procedere al ricalcolo del credito con applicazione del tasso legale ai sensi dell’art. 1284, comma 3, c.c.

Consulta il testo integrale -> Tribunale di Mantova – Sentenza 11 marzo 2014

Back To Top