+39 091-6260146 info@creditofinanzanews.it  

Cassazione Civile – Sentenza 3 giugno 2014, n. 12385

Nel caso di deposito bancario cointestato con il defunto, se uno dei cointestatari del deposito fa richiesta del saldo, la banca viene conseguentemente liberata verso gli eredi.

Con la sentenza in commento, infatti, la Cassazione  torna a pronunciarsi in materia di depositi bancari cointestati con il defunto, statuendo che, nel caso in cui il deposito bancario sia intestato a più persone, con facoltà di ciascuna di esse di compiere, sino alla estinzione del rapporto, operazioni attive e passive, anche disgiuntamente, si realizza una sorta di solidarietà dal lato attivo dell’obbligazione, che sopravvive anche alla morte di uno dei contitolari, per cui il contitolare ha diritto di chiedere, anche dopo la morte dell’altro, l’adempimento dell’intero saldo del libretto di deposito a risparmio e l’anzidetto adempimento libera la banca verso gli eredi dell’altro contitolare.