skip to Main Content
+39 091-6260146 info@creditofinanzanews.it  

obblighi di adeguata verifica della clientelaIvass – Regolamento 21 luglio 2014, n. 5 – Regolamento concernente disposizioni attuative circa le modalità di adempimento degli obblighi di adeguata verifica della clientela e di registrazione da parte delle imprese di assicurazione e degli intermediari assicurativi, ai sensi dell’articolo 7, comma 2, del decreto legislativo 21 novembre 2007, n. 231

Sulla Gazzetta Ufficiale dello scorso 29 luglio è stato pubblicato il Regolamento Ivass 21 luglio 2014, n. 5, che disciplina le modalità di adempimento degli obblighi di adeguata verifica della clientela e di registrazione da parte delle imprese di assicurazione e degli intermediari assicurativi.

Il Regolamento dà attuazione, per quanto concerne il settore assicurativo, all’articolo 7, comma 2, del Decreto Legislativo 21 novembre 2007, n. 231.

L’anzidetto Decreto ha riordinato l’intera normativa volta alla prevenzione del riciclaggio di denaro e del finanziamento del terrorismo, ridisegnando, tra l’altro, i rapporti di collaborazione tra le Autorità di vigilanza di settore e, di conseguenza, il ruolo dell’Ivass.

Nello specifico, la norma prevede che l’Ivass, d’intesa con Banca d’Italia e Consob, emani disposizioni circa le modalità di adempimento degli obblighi di adeguata verifica della clientela e di registrazione da parte delle imprese di assicurazione e degli intermediari assicurativi.

Il Regolamento contiene disposizioni sulle modalità e procedure finalizzate a dare corretto adempimento agli obblighi di adeguata verifica della clientela e di registrazione dei dati e delle informazioni acquisite.

Nel predisporre le nuove regole, l’Ivass si è ispirato al principio di proporzionalità in modo tale che i destinatari possono graduare l’intensità e l’estensione degli obblighi di adeguata verifica della clientela secondo il grado di rischio di riciclaggio e di finanziamento del terrorismo (approccio basato sul rischio), senza, tuttavia, determinare il mancato o parziale adempimento degli obblighi previsti dalle norme di legge o dal Regolamento in commento.

Questo approccio consente ai destinatari di dare attuazione alle nuove disposizioni in coerenza con la natura, le dimensioni, l’articolazione organizzativa e la forma giuridica dell’attività svolta.

Il Regolamento si compone di 35 articoli, ripartiti in 6 Capi:

– Capo I – Disposizioni di carattere generale:

– Capo II – Obblighi di adeguata verifica

Sezione I: Il rischio di riciclaggio e di finanziamento del terrorismo

Sezione II: Obblighi di adeguata verifica della clientela

Sezione III: Misure semplificate di adeguata verifica della clientela

Sezione IV: Obblighi rafforzati di adeguata verifica della clientela

Sezione V: Esecuzione da parte di terzi degli obblighi di adeguata verifica della clientela

– Capo III – Fattispecie particolari (contratto per conto altrui; adempimento dell’obbligo di pagamento dei premi assicurativi);

– Capo IV- Obblighi di registrazione;

– Capo V – Agenti e mediatori di assicurazione;

– Capo VI – Disposizioni finali.

————————–

Il documento citato è presente in ARIANNA – Normativa creditizia e finanziaria.

Back To Top